Non sei registrato? Registrati subito cliccando QUI! E utilizza tutte le funzionalita' del sito gratuitamente!


GuitarManiac è una community totalmente gratuita.
Abbiamo scelto di rimuovere ogni pubblicità insufficiente a coprire le spese di manutenzione ed hosting.
Contiamo sul contributo degli utenti affezionati. Bastano pochi euro annui per sostenere il forum.
Ti ringrazio in ogni caso di far parte di questa grande famiglia.



Riconoscere la qualità dei legni...?

Qui potete parlare delle vostre chitarre e tutto ciò che circonda questo fantastico mondo...

Re: Riconoscere la qualità dei legni...?

Messaggiodi Redspecial » domenica 20 luglio 2014, 1:46

WikerMan ha scritto:L'ho contattato e mi ha detto che si tratta di ontano di buona qualità e che nel 2006 (quando l'ha realizzato) aveva già quasi 20 anni di stagionatura. Quindi ora ha quasi 30 anni.... 8O : WohoW :


Le chitarre che fa Di Stefano sono eccezionali, lo conosco personalmente e ho suonato con molti suoi lavori.
Un chitarrista passa metà della sua vita ad accordare la chitarra, l'altra metà la passa a suonare scordato.....
Avatar utente
Redspecial
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 2211
Iscritto il: domenica 7 marzo 2010, 12:08
Località: Sicilia\catania
Il mio Mercatino
I miei Concerti

Re: Riconoscere la qualità dei legni...?

Messaggiodi WikerMan » domenica 20 luglio 2014, 22:28

Redspecial ha scritto:
WikerMan ha scritto:L'ho contattato e mi ha detto che si tratta di ontano di buona qualità e che nel 2006 (quando l'ha realizzato) aveva già quasi 20 anni di stagionatura. Quindi ora ha quasi 30 anni.... 8O : WohoW :


Le chitarre che fa Di Stefano sono eccezionali, lo conosco personalmente e ho suonato con molti suoi lavori.

Infatti risuona molto bene il body ed è pure molto bello esteticamente nonostante sia in red alder (che da quanto ne so solitamente l'ontano ha venature leggerissime), quando ho aperto questo topic ero confuso per via del suono più cupo sia da spenta che con l'ampli rispetto ad una fender americana. :D
WikerMan
Utente Saltuario
Utente Saltuario
 
Messaggi: 157
Iscritto il: venerdì 23 novembre 2012, 22:42
Il mio Mercatino
I miei Concerti

Re: Riconoscere la qualità dei legni...?

Messaggiodi Liuteria66 » domenica 22 novembre 2015, 13:46

Ciao ho letto il tuo prolema..... allora parti da un presupposto che una chitarra assembla anche style fender ha un valore da 100 a 250 anche 300..SALVO REPLICHE CUSTOMIZZATI CON PARTI ORIGIMALI.....l'assemblaggio se fatto da persone competenti non corri il rischio-----il legni usati sono frassino mogano ontano acero e tiglio quest'ultimo che risulta piu economico sicuramente è stato montato sulla tua chitarra.....non è un cattivo legno in quanto vibra su medie frequenze.....a quel prezzo trovi una sugnora squeir o anche una fender made in japan o mexico ....cmq una kikka che ti do è provare a smontare il manico e se il tacco intenro non è verniciato dai una grattatina al legno ammucchia un bel gruzzoletto e dgli fuoco.. risultato se è lenta la cottura è legno buono se è rapida è lengo commerciale... firmato LIUTERIA SUGAR___ ne ho revisionate di chitarre che passavano per originali, il cliente ci rimaneva male.. comunque per darti un esempio lampante....questo link cè una strato che ho assemblato. e reliccato ..cè anchr il video se vuoi... il prezzo è 250 euro.....amo la trasparenza...e il rispetto per lo strumento...
http://www.mercatinomusicale.com/my/ann ... id=4367353

Alessandro di LIUTERIA SUGAR ROMA
Avatar utente
Liuteria66
Nuovo Utente
Nuovo Utente
 
Messaggi: 1
Iscritto il: domenica 22 novembre 2015, 13:31
Il mio Mercatino
I miei Concerti

Re: Riconoscere la qualità dei legni...?

Messaggiodi Billbax » martedì 3 gennaio 2017, 8:43

Liuteria66 ha scritto:Ciao ho letto il tuo prolema..... allora parti da un presupposto che una chitarra assembla anche style fender ha un valore da 100 a 250 anche 300..SALVO REPLICHE CUSTOMIZZATI CON PARTI ORIGIMALI.....l'assemblaggio se fatto da persone competenti non corri il rischio-----il legni usati sono frassino mogano ontano acero e tiglio quest'ultimo che risulta piu economico sicuramente è stato montato sulla tua chitarra.....non è un cattivo legno in quanto vibra su medie frequenze.....a quel prezzo trovi una sugnora squeir o anche una fender made in japan o mexico ....cmq una kikka che ti do è provare a smontare il manico e se il tacco intenro non è verniciato dai una grattatina al legno ammucchia un bel gruzzoletto e dgli fuoco.. risultato se è lenta la cottura è legno buono se è rapida è lengo commerciale... firmato LIUTERIA SUGAR___ ne ho revisionate di chitarre che passavano per originali, il cliente ci rimaneva male.. comunque per darti un esempio lampante....questo link cè una strato che ho assemblato. e reliccato ..cè anchr il video se vuoi... il prezzo è 250 euro.....amo la trasparenza...e il rispetto per lo strumento...
http://www.mercatinomusicale.com/my/ann ... id=4367353

Alessandro di LIUTERIA SUGAR ROMA

Hei aspetta un attimo, come mai appaiono i miei annunci a questo link?
Avatar utente
Billbax
GuitarManiaco
GuitarManiaco
 
Messaggi: 2662
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2011, 16:53
Località: Como
Il mio Mercatino
I miei Concerti

Re: Riconoscere la qualità dei legni...?

Messaggiodi BrandonLiar » martedì 3 gennaio 2017, 10:45

Bill anche a me appaiono i MIEI annunci quando clicco sul link perchè l'utente ha postato il link a "my mercatino", quindi chiunque ci clicchi viene indirizzato al proprio mercatino con gli oggetti in vendita sul sito.
Phil Liar Audio Engineer
http://www.karmaconspiracy.it
Avatar utente
BrandonLiar
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 4985
Iscritto il: venerdì 15 dicembre 2006, 1:00
Località: Death Valley
Il mio Mercatino
I miei Concerti

Re: Riconoscere la qualità dei legni...?

Messaggiodi Billbax » mercoledì 4 gennaio 2017, 15:05

BrandonLiar ha scritto:Bill anche a me appaiono i MIEI annunci quando clicco sul link perchè l'utente ha postato il link a "my mercatino", quindi chiunque ci clicchi viene indirizzato al proprio mercatino con gli oggetti in vendita sul sito.

Ah ecco, non capivo come era possibile.
Avatar utente
Billbax
GuitarManiaco
GuitarManiaco
 
Messaggi: 2662
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2011, 16:53
Località: Como
Il mio Mercatino
I miei Concerti

Re: Riconoscere la qualità dei legni...?

Messaggiodi Billbax » mercoledì 4 gennaio 2017, 15:42

Voglio pero' rispondere a questo signore:
Scusa eh Alessandro ma con 250 euro nemmeno la costruisci una strato, manco di fascia bassa.

Poi i legni che si usano per i corpi delle strato sono solo ontano e frassino di palude, per la precisione alder e swamp hash.
Viene usato anche il tiglio (ma non europeo quindi rosewood) per il fatto che ha lo stesso peso dell'alder e non e' un legno che vibra sulle medie frequenze ma sulle medie e medio alte (il mogano vibra sulle medie frequenze e per quello e' il piu' versatile), il rosewood suona molto simile all'alder con la differenza che i bassi risultano profondi e non secchi; Leo Fender (quindi non un coglionazzo qualsiasi) ha prodotto strato con questo legno quando l'alder scarseggiava come aveva fatto con l'alder quando scarseggiava lo swamp hash.
Viene usato anche il pioppo (specialmente nelle messicane) che ha caratteristiche simili al tiglio ma ha il difetto di avere un cattivo odore e tra tutti e' il piu' scarso sia come tipo di legno sia come risonanza.

Inoltre tra questi vari tipi di legno americano ci sono differenze riguardo la qualita' il taglio (inteso anche come parte della pianta) la stagionatura e la provenienza, stesso discorso vale anche per tutte le altre componenti sia meccaniche che elettroniche che di fatto concorrono a determinarne il prezzo, per non parlare della vernice.

Se tu, con 250 euro riesci a fare una chitarra che sia degna di chiamarsi tale e magari guadagnarci pure tanto di cappello ma dubito che chiunque abbia una mezza idea di quale sia il costo delle cose e del lavoro sia cosi' ingenuo da crederci.

Vediamo tutti cosa riescono a fare le grandi multinazionali, i prodotti che ci vendono a quel prezzo fanno pieta' e ti si smontano tra le mani pezzo dopo pezzo, riescono pero' a farlo perché producono dove il lavoro costa niente e la quantita' di materiali di cui si forniscono e' tale che il prezzo e' molto meno di quanto lo pagherebbe un liutaio qualsiasi ed e' su questo che hanno un guadagno, ma comunque restano ugualmente dei rottami.

Io stesso le costruisco (specialmente le strato) e con tutti gli sconti di questo mondo e che vuoi non riuscirei a creare una chitarra degna di portare il mio marchio nemmeno se piango in cinese, non solo di fascia media ma nemmeno bassa.

Solo un set di PU un po' seri senza chiedere chissa' che cosa e rischi gia' di sforare il bugget, ma dai su...
Avatar utente
Billbax
GuitarManiaco
GuitarManiaco
 
Messaggi: 2662
Iscritto il: domenica 25 dicembre 2011, 16:53
Località: Como
Il mio Mercatino
I miei Concerti

Precedente

Torna a Chitarra Elettrica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite